STAMPA & WEB

28 giugno 2019

Le prime dieci professioni digitali richieste in Italia – per ciascuna delle quali la ricerca indica le relative competenze – sono le seguenti:

Sviluppatore (51.473, 52,73%) – uso di modelli di progettazione software, analisi dei requisiti, programmazione;

Disegnatore tecnico (30.967, 27,83%) – creare disegni AutoCAD, utilizzare software di disegno tecnico, software grafico;

Operatore di macchine utensili per la lavorazione dei metalli (28.268, 34,51%) – programmare un controller CNC, uso di macchinari di taglio laser CNC, uso di macchinari di foratura CNC;

Impiegato amministrativo (25.166, 19,97%) – SAP R3, uso di microsoft office, uso di database;

Consulente ICT (23.779, 22,42%) – ABAP, uso di database, sistemi di ICT aziendali;

Responsabile degli acquisti (18.451, 15,94%) – uso di microsoft office, uso di database, software gestionali;

Professionista del marketing e della pubblicità (15.549, 19,91%) – piano marketing digitale, tecniche di social media marketing, gestione dei social media;

Specialista in ingegneria (controllo qualità e manutenzione) (11.577, 20,14%) – sistemi ICT aziendali, integrazione di sistemi ICT, uso di database;

Ingegnere meccanico (9.734, 16,44%) – utilizzare software di disegno tecnico, creare disegni AutoCAD, tecnologia dell’automazione;

Analista di gestione e di organizzazione (8.135, 15,02%) – uso di microsoft office, software gestionali, uso di database.

09 gennaio 2019

GDPR: il Garante per la Privacy indica quali sono le prescrizioni contenute nelle autorizzazioni generali al trattamento dei dati adottate nel 2016 compatibili con le nuove regole.